Il Blog

Idratarsi in gravidanza: Sangemini per le mamme

Vita e benessere - 5 maggio 2017

La gravidanza è un periodo meraviglioso per tutte le donne: è un po’ come portare in grembo il proprio futuro, racchiudere i sorrisi e le gioie di domani. O come custodire un sogno e proteggerlo affinché diventi realtà.

È sotto gli occhi di tutti che le donne incinte siano radiose e raggianti; c’è qualcosa, nel loro sguardo, che ci fa percepire come un’aura di gioiosa serenità. Per questo è così piacevole passare del tempo accanto a loro: ci si sente infondere da un sentimento di pace e di armonia.

Non va dimenticato, però, che il corpo di una futura mamma è soggetto a cambiamenti estremamente rapidi, che ne modificano il peso, il metabolismo, la struttura corporea e che la coinvolgono interamente: in fondo, dentro di lei c’è una piccola vita che si sviluppa e ha bisogno di nutrimento. E, come si sa, già il periodo della gravidanza è fondamentale per il futuro del bambino, per la sua crescita sana e la sua formazione.

Per questo, le mamme di domani cambiano alimentazione, si prendono più cura di se stesse, si informano su quali siano le scelte migliori e bevono di più.

E proprio l’idratazione è uno dei fattori cruciali della gravidanza e non va sottovalutato: anche il fabbisogno giornaliero d’acqua, infatti, in questo periodo cambia, e anche in questo caso occorre fare una scelta giusta. E, a differenza di quanto si pensi, prediligere acque “leggere”, dal basso residuo fisso, non è sicuramente quella migliore.

Infatti, soprattutto durante la gravidanza, le mamme hanno bisogno di un maggiore apporto di sali minerali, come Calcio, Magnesio e Potassio, contenuti in acque a media mineralizzazione come Sangemini, che ha un residuo fisso estremamente equilibrato. Il motivo? Semplice!

Le mamme in dolce attesa hanno più bisogno di Calcio del normale, dal momento che una parte di esso viene trasferita al feto per il suo sviluppo. In particolare, il fabbisogno di questo prezioso minerale aumenta durante il terzo trimestre della gravidanza, quando il bambino ha bisogno di irrobustire la propria struttura ossea prima di venire alla luce. E lo stesso avviene poi dopo il parto, durante il periodo dell’allattamento.

Ma non solo: Sangemini contiene infatti anche Potassio e Magnesio, utilissimi – specialmente quest’ultimo – per lenire i dolori articolari, diminuire la pressione sanguigna, rilassare le cellule muscolari e attenuare crampi e irritazioni notturne. E, inoltre, aiuta a prevenire disturbi come eclampsia e gestosi.

Scegliere Sangemini durante gravidanza e allattamento si rivela dunque la scelta migliore per regalare al proprio bambino (o bambina) un futuro sano già da subito, quando ancora sonnecchia felicemente nel luogo più sicuro e accogliente che ci sia: la pancia della sua mamma.