Il Blog

L’acqua un alleato per lo sport

Sport e benessere - 28 settembre 2017

Ogni giorno, sempre più persone decidono di dare una svolta alla propria vita, a cominciare dalle proprie abitudini alimentari e sportive. In particolare modo, ritagliarsi del tempo per praticare attività fisica sta infatti diventando una pratica comune e molto diffusa: chi fa running a inizio o a fine giornata, chi va in palestra, in piscina, dedica interi weekend al trekking o percorrere molti chilometri in bicicletta. Qualunque sia lo sport che si predilige, i benefici di una vita dinamica e attiva si fanno sentire subito: maggiore energia per affrontare le attività quotidiane, facilità nel dimagrire o mantenere il proprio peso forma grazie a un metabolismo più efficiente, invecchiamento rallentato, diminuzione del rischio di infarti o problemi cardiaci… Inoltre, se abbinato ad una dieta genuina ed equilibrata, lo sport si rivela ancor più efficace per condurre una vita sana, all’insegna del benessere quotidiano.

A qualunque livello lo si pratichi, lo sport è però un’attività che richiede un notevole dispendio di energie, sali minerali e sostanze nutritive, e, se non affrontato con le giuste precauzioni, può causare gravi scompensi al nostro organismo. In particolar modo, chiunque pratichi si dedichi a pratiche ginniche non può trascurare una corretta, costante e copiosa idratazione. L’attività fisica, infatti, attraverso la secrezione di sudore, non espelle solo tossine, ma, insieme ad esse, fa perdere al nostro corpo sali minerali fondamentali per il corretto funzionamento dei nostri organi: Calcio, Magnesio, Potassio sono solo alcuni degli elementi che l’acqua ci aiuta a reintegrare. E proprio il Calcio è uno dei principali alleati nello sport e svolge moltissime funzioni utili all’organismo, specialmente a quello di chi pratica regolarmente attività fisica: protegge le ossa impedendo il loro indebolimento, previene i crampi, mantiene costante la viscosità del sangue riducendo il rischio di infarti, regolarizza il battito cardiaco, favorisce il metabolismo delle proteine e rinforza unghie e capelli.

Per questo, che siano amatoriali o professionisti, gli sportivi, più di chiunque altro, non possono trascurare l’idratazione. Non solo: non tutte le acque sono sufficientemente ricche di sali minerali e quindi non tutte sono in grado di reintegrare adeguatamente le sostanze perse durante l’attività sportiva. Ecco perché occorre scegliere un’acqua con un alto residuo fisso come Sangemini, che in un litro contiene la stessa quantità di calcio presente in due vasetti di yogurt (125 g cad.) o in due bicchieri di latte (125 ml cad.), con la differenza che non contiene grassi e può essere assunta anche da coloro che sono allergici o intolleranti ai latticini. Inoltre, in Sangemini, il Calcio è ben equilibrato con Magnesio e Potassio, coi quali agisce in sinergia, contribuendo a controllare la pressione arteriosa. Per questo, tutti gli sportivi devono scegliere un’acqua ad alto residuo fisso e non possono dimenticarsi, sia prima (due ore) che dopo l’attività fisica, in modo da evitare il rischio di disidratazione e ottimizzare tutti i benefici che la pratica quotidiana dello sport apporta alla loro vita.