Il Blog

L’acqua, elisir di giovinezza

Vita e benessere - 28 settembre 2017

I capelli bianchi sono sinonimo di esperienza, di una vita vissuta intensamente, ricca di felicità, emozioni e attività. Emozioni e attività che di certo non mancano anche quando siamo avanti con gli anni,: aiutare i nostri figli a realizzare sogni e progetti, assistere ai progressi dei nipotini, educarli e farli divertire, incontrare gli amici con cui abbiamo passato una vita; insomma, essere “nonni” (reali o putativi) è un’attività tanto bella quanto impegnativa, che richiede la stessa energia di sempre. Con l’avanzare dell’età, però, è normale che qualche piccolo acciacco si faccia sentire: dolori articolari, reumatismi e fragilità ossea sono più che comuni per le persone mature, ma questo non deve spaventarci né portarci a rinunciare a tutte le cose che amiamo fare.

Per fortuna, non mancano gli alleati che ci aiutano a fronteggiare queste noie quotidiane, restituendoci forza e sorriso: i sali minerali.
Con l’età, infatti, la quantità di questi preziosi elementi va via via riducendosi nel nostro organismo e questa perdita è una delle cause di quegli acciacchi che ogni tanto ci colgono, togliendoci il buonumore o la fiducia in noi stessi. Per arginare questi fastidi, reintegrare i sali minerali può rivelarsi davvero molto utile. Il Calcio, in particolar modo, è sicuramente un validissimo alleato e non può assolutamente mancare nella nostra dieta quotidiana, dal momento che protegge le nostre ossa, le rinforza e aiuta a prevenire il rischio di osteoporosi, che tendenzialmente aumenta con l’età. Ma il Calcio svolge anche una funzione analgesica, e si rivela un buon antidolorifico naturale per i classici dolori articolari.

Tra gli altri sali minerali che di cui nostro corpo si impoverisce col passare degli anni, c’è anche il Magnesio. Questo minerale è prezioso quanto il Calcio e per lenire i piccoli malanni occorre reintegrarlo in quantità maggiore rispetto alle persone più giovani: esso, infatti, ci aiuta a regolarizzare la pressione sanguigna, ridurre il rischio di arteriosclerosi e le aritmie cardiache. Inoltre, un adeguato apporto di Magnesio contrasta la formazione di depositi calcarei, contribuendo a prevenire l’artrite. Più in generale, questo elemento rallenta l’invecchiamento, mantiene alte le funzioni cerebrali e la memoria, mitiga la stanchezza mentale e fisica, regolarizza l’attività intestinale e svolge una funzione tonificante sulla pelle.

Ultimo, ma non meno importante dei primi due, il Potassio, utile tanto al controllo dei livelli di glicemia quanto ad agevolare la digestione, ridurre gli sbalzi d’umore e combattere l’insonnia, piuttosto frequente in età avanzata.
Per tutte queste ragioni, bere quotidianamente un’acqua con un alto residuo fisso, che sia ricca di sali minerali può contribuire a mantenere buono l’apporto di questi elementi: Sangemini, ad esempio, è l’effervescente Medio-Minerale che presenta un’elevata quantità di Calcio, pari a quella contenuta in due bicchieri di latte (125 ml cad.) o in due vasetti di yogurt (125 g cad.), senza tuttavia avere i grassi presenti nei latticini, non particolarmente indicati alle persone anziane. Il Calcio di Sangemini, inoltre, è ben bilanciato con Magnesio e Potassio, coi quali agisce in sinergia: bere Sangemini tutti i giorni può dunque essere una buona scelta quotidiana e un valido alleato nella nostra vita di nonni a tempo pieno.